Ass. L'ARCA Odv

Un’amicizia in cammino da  40 anni.

Dal 1982 l’Arca è vicina ai più fragili nel tentativo di costruire un villaggio accogliente dove crescere insieme, grandi e piccoli, tutti unici e tutti diversi per caratteristiche e storia personale.

Sostieni l'associazione

Perché donare all’Arca? 

Perché conosciamo una per una le persone che farai sorridere: bambini ragazzi, genitori, persone diversamente abili ma ugualmente capaci di desiderare di essere felici. Crediamo anche che ognuno di noi, vecchio o bambino, ha bisogno di un “villaggio” dove crescere ed essere amato; un tuo piccolo dono aiuterà a costruire e a tenere vivo questo “villaggio”.

IBAN
IT59P0103071530000000862810 PRESSO Banca MPS filiale di Monte San Savino

Conte corrente postale
n. 21771563  intestato ad Associazione l’Arca onlus

Codice fiscale 5×1000
01003500517

.
.
Previous slide
Next slide

UN PICCOLO PASSO DENTRO LA TANA DEL CONIGLIO, UN GRANDE SOGNO NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE

Condivisione, sostegno, collaborazione, creatività: per me questo è Bandallegra. La mia esperienza come civilista in questa sede è iniziata da qualche mese, quindi posso parlare solo per l’estate che ho vissuto insieme a tutti i ragazzi e i collaboratori di questo meraviglioso progetto. Grazie al mio ruolo di responsabile dell’atelier dell’arte, che come suggerisce il nome è la nostra base creativa nella foresta di Sherwood, ho potuto aiutare i bambini ad esprimersi attraverso i mezzi più disparati, tra cui i disegni, creazioni con la lana, origami, face and body painting. Sono stata in grado di vederli giocare, divertirsi, sbagliare, crescere, e questo ha un valore inestimabile. Ogni estate ha un tema tratto da una celebre opera e quest’anno la scelta è ricaduta su “Alice nel paese delle meraviglie”, famoso libro di Lewis Carroll, di cui abbiamo letto estratti e vissuto la storia. “Quanto tempo è per sempre?” chiede Alice in un passo, e il Bianconiglio risponde: “a volte solo un secondo”. Spero che tutti possano fare tesoro di queste parole, e riflettere sul loro significato, vivendo appieno ogni attimo che fugge via eppure resterà sempre con noi. Chissà se qualcuno dei bambini un giorno, guardando il cielo che si espande all’infinito, ripenserà a quel momento, a quell’estate che è durata tre mesi ma è sembrata estendersi proprio per sempre. Oltre a giochi, compiti, spazi ricreativi, momenti di serietà, ci sono state anche escursioni e gite all’aperto, supportate dal bellissimo tempo che ci ha accompagnato durante l’estate. A volte non è stato facile per tutti tenere il passo, ma è anche tendendo una mano e aspettandosi che vengono dimostrati il supporto e l’unione di cui parlavo all’inizio. “Basta che ci siamo tutti e ci divertiamo” mi ha detto Flavia, una bambina delle elementari, durante una passeggiata durante la quale eravamo rimaste un po’ indietro. Penso che le sue parole racchiudano un senso fondamentale: un viaggio iniziato insieme ha significato solo se condiviso, solo se nonostante gli incidenti di percorso è possibile arrivare alla meta con un sorriso che si riflette sugli occhi di tutti i partecipanti.
Silvia Salvietti
volontaria

Contattaci

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Maggiori informazioni